Invio di richieste di blocco dei risultati concernenti la privacy nell'Unione Europea

Invio di richieste di blocco dei risultati concernenti la privacy nell'Unione Europea

optional_search_description

Il 13 maggio 2014, la Corte di giustizia dell'Unione europea (CGUE) ha sancito il diritto di alcuni utenti a richiedere la rimozione dai motori di ricerca dei risultati relativi al proprio nome qualora vengano considerati inadeguati, non pertinenti, non più pertinenti oppure offensivi. Se risiedi in Europa e desideri chiedere a Microsoft di bloccare i risultati delle ricerche relative al tuo nome su Bing, utilizza modulo. Per le richieste di blocco relative ai social media, fai riferimento alla informazioni aggiuntive disponibili sotto.

Ricorda che Bing non è responsabile della pubblicazione né del controllo del contenuto in questione. Anche bloccandolo da alcuni risultati di ricerca su Bing, il contenuto non viene rimosso dal Web. Se desideri rimuovere il contenuto dal Web, rivolgiti al webmaster del sito dove è stato pubblicato.

Ti consigliamo di rispondere ad ogni domanda del modulo con informazioni complete e pertinenti. Le informazioni fornite verranno utilizzate per valutare la tua richiesta. Oltre a questo modulo, è possibile che vengano prese in considerazione altre fonti di informazione per verificare o integrare i dati forniti. Microsoft si impegna a proteggere la privacy dei dati esaminati nel pieno rispetto dell'informativa sulla privacy.

In conformità alla sentenza della CGUE, queste informazioni consentiranno di valutare l'equilibrio tra il tuo diritto alla riservatezza e l'interesse pubblico, la libera manifestazione del pensiero e l'accesso alla libera informazione ai sensi di quanto previsto dalla normativa europea. L'invio della richiesta non garantisce quindi che un determinato risultato di ricerca venga bloccato. Lavoreremo a stretto contatto con le autorità locali responsabili della protezione dei dati e altri enti al fine di garantire la conformità del metodo di valutazione delle richieste di blocco dei risultati di ricerca alle future direttive circa l'esecuzione della sentenza della CGUE. Se non sei d'accordo con la nostra decisione relativa alla tua richiesta di bloccare determinati risultati, puoi rivolgerti all'autorità per la protezione dei dati locale.

Considerata la grande quantità di questioni sollevate in merito all'esecuzione della recente sentenza della CGUE, il modulo e i processi ad esso correlati potrebbero subire cambiamenti man mano che vengono rese disponibili ulteriori direttive. È quindi possibile che le richieste inviate vengano nuovamente valutate nel tempo.

Bing ha ricevuto richieste di blocco di profili utente, foto e URL associati a diversi siti di social media dai risultati di ricerca di Bing. Se il contenuto da bloccare, eliminare o limitare nei risultati di ricerca di Bing e di altri motori di ricerca è stato creato o pubblicato da te sui siti di social media, prova a rimuoverlo utilizzando gli strumenti e i processi di rimozione dei contenuti offerti dai siti stessi. Potrebbe essere il modo più efficace di rimuoverne il contenuto dai risultati di ricerca.

See more videos...