Informazioni sul punteggio del tasso di clickthrough previsto

Informazioni sul punteggio del tasso di clickthrough previsto

Informazioni sul tasso di clickthrough previsto e su come utilizzare Microsoft Bing Ads Editor v11 per migliorarlo.

Il tasso di clickthrough previsto indica la competitività delle parole chiave e del testo dell'annuncio nel marketplace per le stesse query di ricerca. Ciò è possibile mediante un confronto tra il tasso di clickthrough (CTR) di una parola chiave nella campagna e la media del tasso di clickthrough (CTR) della stessa parola chiave nel marketplace.

Il punteggio del tasso di clickthrough previsto riflette il grado di idoneità alla visualizzazione degli annunci in risposta alle query di ricerca che contengono una parola chiave specifica. Se il punteggio della parola chiave corrisponde a Scarso, gli annunci avranno un'idoneità ridotta alla visualizzazione quando la parola chiave viene utilizzata come query di ricerca.

Se il punteggio del tasso di clickthrough previsto è Scarso, è possibile migliorarlo applicando uno o più dei suggerimenti seguenti:

  • Migliorare la qualità degli annunci
    • Migliorare la pertinenza degli annunci. Gli annunci pertinenti alle query di ricerca hanno maggiori possibilità di ottenere un elevato tasso di clickthrough e, di conseguenza, un effetto più positivo sul punteggio della qualità.
    • Scrivere annunci convincenti. Gli annunci con un potente invito all'azione, che descrivono una proposta di vendita imperdibile o che utilizzano altre tecniche di vendita, richiamano più clic e, pertanto, aumentano il punteggio di qualità dell'utente.
    • Rimuovere gli annunci con scarse prestazioni. Se in un gruppo di annunci sono presenti vari annunci, verificare il rispettivo rendimento dopo averli eseguiti per qualche settimana. Rimuovere gli annunci con un tasso di clickthrough inferiore o con un tasso di conversione più basso affinché rimangano soltanto gli annunci che offrono il rendimento migliore.
  • Verificare che le parole chiave siano altamente pertinenti alle query di ricerca
    • Utilizzare solo parole chiave pertinenti agli articoli venduti, offerti o presentati sul sito. Espandere l'elenco delle parole chiave utilizzando gli strumenti di ricerca di parole chiave di Bing Ads per identificare parole chiave pertinenti. Questi strumenti consentono di identificare nuove parole chiave pertinenti al contenuto del sito, tuttavia solo l'utente è responsabile di determinare le parole chiave rilevanti.
    • Assegnare i tipi di corrispondenza della ricerca in modo appropriato affinché le parole chiave risultino più pertinenti alle query degli utenti. Quando si aggiungono parole chiave a un gruppo di annunci, inizialmente è consigliabile utilizzare tutti e tre i tipi di corrispondenza. Dopo aver eseguito la campagna per circa un mese, esaminare il report sulle prestazioni delle parole chiave. Nei report viene indicato quando gli annunci sono stati attivati da una corrispondenza generica, a frase o esatta con le parole chiave.
    • Eliminare parole chiave con scarse prestazioni. Eseguire i report sul rendimento delle parole chiave e analizzare regolarmente il tasso di clickthrough e il tasso di conversione delle parole chiave. Prendere in considerazione l'idea di rimuovere le parole chiave che non presentano un elevato tasso di clickthrough, specialmente se non hanno un buon tasso di conversione.
    • Eliminare parole chiave non pertinenti. Eliminando parole chiave irrilevanti dal relativo elenco, è possibile garantire che gli annunci e le pagine di destinazione risultino più pertinenti alle query di ricerca dei potenziali clienti. In questo modo è possibile aumentare il punteggio di qualità.
    • Utilizzare parole chiave negative per evitare la visualizzazione di annunci in risposta a query di ricerca non pertinenti. Se si utilizzano tipi di corrispondenza generica e a frase, può essere necessario utilizzare parole chiave negative per consentire l'aumento del tasso di clickthrough degli annunci e delle parole chiave. Se, ad esempio, in un annuncio vengono venduti prodotti per la cura dei capelli ed è stata specificata la parola chiave mousse, è possibile impedire la visualizzazione dell'annuncio in risposta a una query di ricerca relativa a mousse al cioccolato o mousse dessert, specificando cioccolato e dessert come parole chiave negative.
  • Organizzare le parole chiave in gruppi di annunci per ciascuna area di interesse
    • Creare un gruppo di annunci distinto per ciascun prodotto o servizio importante. Un sito di rivendita di tè, ad esempio, potrebbe includere offerte in varie categorie principali, come tè verde, tè Darjeeling e tè nero. La creazione di gruppi di annunci per categorie di prodotti o servizi così ben definite consente di utilizzare annunci e pagine di destinazione contenenti parole chiave a elevata pertinenza.

See more videos...